Condizioni generali di contratto

I. Generalità

1. Premessa

Le condizioni generali di contratto di Auvesta Edelmetalle AG per l’acquisto e il magazzinaggio dei metalli preziosi e la loro gestione sono le basi contrattuali per il / i contratti di compravendita di metallo prezioso stipulato/i fra il committente e Auvesta Edelmetalle AG (di seguito "commerciante di metalli preziosi").

2. Stipula del contratto

2.1 Con la richiesta di stipula di un contratto di compravendita di metallo prezioso il committente ordina presso il commerciante di metalli preziosi, nell’ambito di uno o più contratti di compravendita, metalli preziosi che vengono acquistati dal committente ratealmente o/e in un’unica soluzione.

Oggetto di questi contratti di compravendita è perciò l’acquisto ed eventualmente la custodia di metallo prezioso fisico e l’apertura di un conto deposito di metallo prezioso, che viene scelto dal commerciante di metalli preziosi.

2.2 Il contratto di compravendita si conclude con l’accettazione della richiesta da parte del commerciante di metalli preziosi. Il committente rinuncia alla conferma dell’accettazione da parte del commerciante di metalli preziosi e al suo invio da parte dello stesso. Il committente è vincolato alla sua richiesta di stipula di un contratto di compravendita per la durata di due settimane.

II. Acquisto del metallo prezioso

1. Con ogni pagamento del committente il commerciante di metalli preziosi acquista metallo prezioso fisico (999,9/1.000 per l’oro e per argento/platino/palladio min. 999,0/1.000 sotto forma di lingotti) di una raffineria riconosciuta a livello internazionale (acquisto generico). Vengono definite raffinerie riconosciute quelle raffinerie che sono riconosciute dalla London Bullion Market Association o da una associazione di commercianti di metalli preziosi comparabile al momento dell’esecuzione del contratto di compravendita. Il commerciante di metalli preziosi garantisce l’autenticità dei metalli preziosi consegnati, che sono stati da lui stesso selezionati con la dovuta diligenza professionale.

Le parti concordano che l’unità minima acquistabile è disciplinata dalla corrispondente tipologia di acquisto. Il commerciante di metalli preziosi può stabilire unità minime di peso e/o pezzatura per accrediti, addebiti e consegne fisiche, come per es. lingotti e monete correnti da investimento, elencate singolarmente con corrispondenti indicazioni di peso in grammi/once.

Il commerciante di metalli preziosi è libero di definire la pezzatura dei metalli preziosi. L'effettiva consegna del metallo prezioso ordinato al committente è soggetta alla consegna da parte dei fornitori o della raffineria al commerciante di metalli preziosi e ai relativi tempi e condizioni di consegna in vigore.

2. Il commerciante di metalli preziosi accetterà un ordine in arrivo entro e non oltre il quinto giorno lavorativo. Un acquisto di metallo prezioso per il cliente può avvenire non prima del relativo pagamento, tuttavia entro 5 giorni lavorativi. Il metallo prezioso acquistato dal committente entra in suo possesso con la registrazione nel deposito del relativo committente entro altri 3 giorni lavorativi. La presente disposizione si applica ai committenti i cui pagamenti vengono riscossi tramite addebito diretto, a condizione che il termine di legge per la revoca di detto pagamento sia già scaduto.

Il committente riceve una fattura per ogni acquisto effettuato.

Con l’accettazione del contratto di compravendita il committente ottiene un accesso online con cui in qualunque momento può visionare via internet il proprio deposito e può produrre estratti deposito. Ogni committente può inoltre richiedere una volta all’anno gli estratti deposito alla data di scadenza del 31/12 del relativo anno solare. In questo caso verrà addebitata dal commerciante di metalli preziosi per ogni richiesta una commissione forfettaria dell’ammontare di € 15 più le imposte di volta in volta applicabili.

3. Nel caso in cui i pagamenti del cliente non coprano il prezzo dell'unità minima acquistabile in base alla tipologia di acquisto scelta, l’acquisto del metallo prezioso ordinato avverrà solo nel momento in cui il prezzo d’acquisto per l’unità minima acquistabile sarà coperto dai pagamenti del cliente conformemente al punto II capov. 1 par. 2 delle CGC. Questo importo verrà gestito fino all’acquisto successivo come credito.

4. Il commerciante di metalli preziosi tratta esclusivamente in euro. Ne consegue che i pagamenti, che arrivano sui conti del commerciante di metalli preziosi in altre valute vengono convertiti direttamente in euro prima dell’esecuzione del contratto dell’ordine di acquisto. Le eventuali spese saranno a carico dell’acquirente.

In caso di pagamenti ai committenti (per es. in seguito ad acquisto del metallo prezioso da parte del commerciante di metalli preziosi) il committente può scegliere se desidera ricevere il pagamento in valuta nazionale o in euro. Senza esplicita dichiarazione del committente il commerciante di metalli preziosi paga in EURO. Eventuali spese per pagamenti in valuta diversa dall'EURO saranno a carico del committente.

5. I pagamenti su base euro del committente possono essere convertiti per il committente in altre valute che sono necessarie per l’acquisto e l’esecuzione dell’acquisto di metallo prezioso al tasso di riferimento della banca il giorno dell’acquisto del metallo prezioso.

6. Il prezzo d’acquisto per il metallo prezioso viene determinato in modo che venga posto alla base dell’ordine il prezzo di vendita determinato il giorno dell’accettazione della richiesta di acquisto e dopo il ricevimento del pagamento dal commerciante di metalli preziosi entro 5 giorni lavorativi dal ricevimento del pagamento. Il commerciante di metalli preziosi non è vincolato a limiti di prezzo indicati dal committente. Il prezzo di vendita del commerciante di metalli preziosi viene inoltre stabilito quotidianamente e pubblicato sul listino prezzi nell’area login di www.auvesta.com. Il commerciante di metalli preziosi esegue l’ordine per il committente entro il suddetto termine, alla quotazione di mercato del metallo prezioso in vigore il relativo giorno di negoziazione e indicato nel succitato listino prezzi.

7. Nel caso la transazione di metallo prezioso sia soggetta ad IVA, nel listino prezzi dell’area login sono indicati il prezzo di acquisto concordato al netto, l’IVA applicabile e il prezzo lordo.

III. Magazzinaggio e consegna

1. Magazzinaggio

Il metallo prezioso acquistato per il committente viene custodito dal commerciante di metalli preziosi in un deposito di sicurezza da stabilire. In questi casi, il commerciante di metalli preziosi non si assume la responsabilità per eventuali colpe del magazzino da lui scelto, fatta salva la responsabilità derivante dalla culpa in eligendo.

Il commerciante di metalli preziosi immagazzinerà i fondi di metallo prezioso separatamente dal proprio patrimonio societario. Al momento del deposito i metalli preziosi del cliente vengono assicurati. Inoltre i metalli preziosi vengono depositati esclusivamente in magazzini e casseforti che rispettano i più severi requisiti imposti ai luoghi di custodia dalle società di assicurazione per la stipula delle polizze. Questi depositi di sicurezza possono trovarsi sul territorio nazionale o all'estero. L’attuale ubicazione del deposito viene di volta in volta pubblicata sul sito del commerciante di metalli preziosi. Il deposito in forma scritturale è espressamente consentito, tuttavia solo se il rapporto di possesso mediato per il cliente è protetto ed esiste una sufficiente copertura con metalli preziosi fisici.

In riferimento alla scelta e al controllo dei suoi partner il commerciante di metalli preziosi è responsabile nell'ambito della propria diligenza professionale, per cui una responsabilità per caso fortuito o forza maggiore è espressamente esclusa.

2. Consegna

Il committente ha il diritto in qualunque momento di richiedere la consegna del metallo prezioso da lui ordinato e acquistato. A questo proposito si applicano eventuali leggi nazionali che disciplinano il possesso o la commercializzazione di metalli preziosi. La consegna minima è regolata dalla tipologia di acquisto scelta. È facoltà del commerciante di metalli preziosi definire la forma (per es. lingotti) e la pezzatura del prodotto in consegna. Il prezzo d’acquisto dei metalli preziosi si intende escluse le spese di trasporto. Per la consegna in Germania si applicano i seguenti costi di consegna:

Gewicht bis Versichert bis Versandkosten *
5.000g 5.000 € 14,90 €
5.000g 10.000 € 19,90 €
10.000g 20.000 € 24,90 €
10.000g 100.000 € 64,90 €
10.000g 250.000 € 99,90 €

*(IVA al 19% inclusa)

Eventuali tasse d’importazione, dazi doganali e imposte generali stabilite dalla legge del relativo paese di destinazione sono a carico del committente. Eventuali diritti di restituzione da parte del commerciante di metalli preziosi nei confronti del depositario vengono trasferiti al committente. Il committente accetta questo trasferimento con la sottoscrizione dell’ordine.

IV. Acquisto / Gestione del metallo prezioso

1. Il committente ha diritto di offrire per il riacquisto il metallo prezioso da lui acquistato (tutto o in parte) al commerciante di metalli preziosi in forma scritta. Il commerciante di metalli preziosi accetterà entro quattro giorni lavorativi l’offerta di riacquisto e ne darà immediatamente esecuzione; il committente rinuncia a una dichiarazione di accettazione separata. Il prezzo di acquisto viene determinato in modo che venga posto alla base dell’acquisto il prezzo di acquisto determinato dal commerciante di metalli preziosi entro 4 giorni lavorativi dall’accettazione della richiesta di vendita del committente. Il prezzo di acquisto del commerciante di metalli preziosi viene inoltre pubblicato quotidianamente nell’area login di www.auvesta.com. In caso di imponibilità dell’IVA in vigore, si applica il punto II, 7 delle CGC.

Il commerciante di metalli preziosi ha il diritto di rifiutare l’offerta di riacquisto se il mercato per il corrispondente metallo prezioso è turbato in un modo che impedisca al commerciante di metalli preziosi di rivendere il metallo prezioso. In questo caso il committente deve essere immediatamente informato in forma scritta.

2. Dichiarazione di giacenza

La dichiarazione di giacenza viene verificata e protocollata trimestralmente da un ispettore incaricato del controllo dell'utilizzo dei fondi e dal commerciante di metalli preziosi. La funzione di ispettore potrà essere assunta da un avvocato, un consulente fiscale, un revisore dei conti o un notaio.

V. Varie

1. Commissioni di deposito

Per il magazzinaggio, viene addebitata al committente una commissione di deposito. L’ammontare della commissione di deposito e le sue modalità dipendono dalla relativa tipologia di acquisto. Le commissioni di deposito sono addebitate sul conto deposito.

2. Presentazione della richiesta tramite intermediario

L’intermediario lavora a proprio nome e per proprio conto. Si specifica che egli fornisce una prestazione autonoma al cliente. Il committente viene informato che l’intermediario non è autorizzato a fornire servizi di consulenza o prendere impegni che non siano conformi alle presenti condizioni generali di contratto o al modulo d’ordine del commerciante di metalli preziosi. Egli non può in particolare prospettare alcun servizio o darne quietanza per il commerciante di metalli preziosi.

3. Decorrenza / Rescissione / Responsabilità / Obblighi di diligenza

3.1 Non viene concordata alcuna decorrenza fissa. Al committente è quindi anche specificamente consentito aumentare, sospendere o diminuire i pagamenti mensili. Il committente è inoltre autorizzato ad offrire al commerciante di metalli preziosi per l’acquisto il metallo prezioso in base al punto IV comma 1 delle CGC.

3.2 Le parti convengono espressamente il commerciante di metalli preziosi non si assume alcuna responsabilità in merito alle imposte in capo al committente derivanti dall’acquisto o dalla vendita dei metalli preziosi. Il commerciante di metalli preziosi non fornisce alcuna consulenza fiscale e inoltre non presenterà alcuna dichiarazione all’ufficio delle imposte o altre persone terze relativamente alle tasse e alle imposte eventualmente dovute. La tassazione viene definita dalle leggi nazionali ed eventualmente anche dalle convenzioni sulla doppia imposizione. In base alla specifica situazione di diritto, in caso di depositi in magazzini in regime di franchigia doganale potrebbe verificarsi un effetto di differimento delle imposte.

3.3 Il committente è tenuto a comunicare immediatamente una modifica di indirizzo al commerciante di metalli preziosi. La corrispondenza viene sempre inviata all’ultimo indirizzo conosciuto del committente.

4. Protezione dei dati

I dati personali e relativi agli investimenti contenuti in questa richiesta di acquisto e altri divenuti noti nell’ambito del rapporto d’affari vengono memorizzati, utilizzati, analizzati, richiamati e trasmessi dal commerciante di metalli preziosi, dagli intermediari e altre parti terze (elaborazione dei dati), sia in forma elettronica sia scritta. Questo avviene al fine della gestione e della tutela del contratto di compravendita di metalli preziosi. I dati non vengono trasferiti a terzi estranei.

5. Forma scritta

Gli accordi verbali o telefonici necessitano per la loro efficacia della conferma scritta da parte del commerciante di metalli preziosi.

6. Clausola di indipendenza delle pattuizioni contrattuali/ Legge applicabile

6.1 Se singole disposizioni del contratto stipulato con il committente sulla base di queste condizioni generali e particolari di contratto dovessero risultare nulle, l’efficacia delle restanti disposizioni non viene pregiudicata.

6.2 Il presente contratto è retto, regolato e interpretato esclusivamente sulla base della legge tedesca.

Aggiornamento: 21.07.2014

Avvertenze:

Auvesta ha stipulato un contratto per il controllo del magazzino con un ispettore incaricato del controllo dell'utilizzo dei fondi indipendente che a intervalli regolari verificherà la giacenza del deposito.

Il committente è stato e viene informato espressamente del fatto che il prezzo del metallo prezioso è un prezzo di mercato, che è soggetto a oscillazioni cosicché non può essere esclusa una perdita di valore.